Un plotone di volontari, presto, girerà per le vie di Quartu Sant’Elena per combattere, insieme alla polizia Locale, gli incivili dei rifiuti. Il Comune ha detto sì all’ordine del giorno della commissione comunale Ambiente guidata dal consigliere del Movimento Civico, Vincenzo Naitana. In una città con ancora troppe discariche abusive, pesano anche i casi di chi non differenzia la spazzatura in modo corretto: “Dobbiamo contrastare chi abbandona rifiuti da Flumini sino al centro storico. Gli ispettori ambientali dovranno prevenire, vigilare e controllare, educando i cittadini sul corretto conferimento dei rifiuti e contrastare gli incivili”, dice Naitana. “Ci sono cittadini ineducati che non raccolgo nemmeno i bisogni dei loro cani”. Spetterà al Comune guidato dal sindaco Graziano Milia a “formare le figure, dovranno anche segnalare tempestivamente le situazioni di degrado”.

 

Ok da maggioranza e opposizione. Francesco Caredda di Io Sono Quartu ricorda che quello dell’ispettore ambientale “è una figura che dovrà aggiungersi agli altri strumenti messi in campo dall’amministrazione comunale. Quest’ordine del giorno darà forza a tanti volontari per unirsi alla nostra amministrazione e coordinarsi, con l’aiuto dell’assessorato dell’Ambiente, alla polizia Locale”. Il documento è stato approvato dall’aula di via Eligio Porcu all’unanimitá.

L'articolo Task force contro gli incivili dei rifiuti a Quartu, parte la caccia agli ispettori ambientali volontari proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.