La Sardegna è in zona bianca, l’obbiettivo è mantenere una bassa circolazione dei contagi anche nelle prossime settimane e nei prossimi mesi. E il presidente Christian Solinas sta affinando l’ordinanza che sarà valida sin dal prossimo lunedì otto marzo. Come riporta l’Ansa, infatti, Solinas starebbe pensando a tre proposte per chi arriva nell’Isola via mare o via cielo. Tutte, però, obbligatorie. O fare il tampone antigenico rapido  nei porti e negli aeroporti, o il test entro due giorni in una struttura pubblica o privata riconosciuta e a spese del viaggiatore o, ancora, entrare in quarantena per dieci giorni. Da fonti interne alla Regione si viene a conoscenza del fatto che l’ordinanza potrebbe essere firmata già oggi, ma Solinas ha comunque oltre quarantott’ore di tempo per apporre la sua firma sul provvedimento che sarà valido da lunedì otto marzo. Insomma, da stasera in poi ogni momento è buono.

L’obbiettivo è evitare che i dati dei contagi Covid continuino a salire, in gioco c’è anche il “rischio basso” assegnato, sino alla settimana scorsa, dall’Iss, alla nostra Regione.

L'articolo Tampone all’arrivo, test entro 48 ore o dieci giorni di quarantena: così Solinas prova a blindare la Sardegna proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.