ALGHERO. La società che si è aggiudicata la fornitura ha consegnato oggi 20 ottobre la prima auto elettrica e ha installato la prima colonnina nel parcheggio di Casa Gioiosa, sede dell'Area e del Parco naturale regionale di Porto Conte, gestite entrambe dell'Azienda Speciale Parco di Porto Conte, con lo stesso consiglio di amministrazione e lo stesso general manager. È una Zoe Renault, ed è il primo passo verso una totale riconversione dell'autoparco. La concessionaria Confalonieri di Sassari l'ha consegnata al presidente Raimondo Tilloca e al direttore Mariano Mariani.

«I parchi intendono dare il buon esempio in tema di rispetto e tutela ambientale», dice Raimondo Tilloca. «L'arrivo della prima auto elettrica è l'inizio di un percorso che ci vede già impegnati a promuovere una mobilità sostenibile al 100% - prosegue - e ad autoprodurre l'energia che ci occorre attraverso l'utilizzo delle fonti rinnovabili». Parco e Area Marina stanno sperimentando nel campo dell'uso di energia prodotta da moto ondoso, attraverso la quale puntano all'autosostentamento energetico e allo sviluppo della mobilità sostenibile all'interno del Parco.

«In attesa che la sperimentazione dia i suoi frutti, siamo fra i primi Parchi in Italia che ha scelto un fornitore certificato che distribuisce energia elettrica prodotta al 100% da fonti rinnovabili», sottolinea Mariano Mariani. «Il Parco non compra un euro di energia proveniente da fonti fossili», afferma. Il percorso così intrapreso si lega al processo di incentivazione della mobilità lenta, che si è tradotto negli anni nella realizzazione di tracciati ciclopedonali e nella infrastrutturazione di nuove piste ciclabili interconnesse tra loro, per collegare Alghero con il territorio del Parco e dell'Area Marina. (ANSA).

ALGHERO. La società che si è aggiudicata la fornitura ha consegnato oggi 20 ottobre la prima auto elettrica e ha installato la prima colonnina nel parcheggio di Casa Gioiosa, sede dell'Area e del Parco naturale regionale di Porto Conte, gestite entrambe dell'Azienda Speciale Parco di Porto Conte, con lo stesso consiglio di amministrazione e lo stesso general manager. È una Zoe Renault, ed è il primo passo verso una totale riconversione dell'autoparco. La concessionaria Confalonieri di Sassari l'ha consegnata al presidente Raimondo Tilloca e al direttore Mariano Mariani.

«I parchi intendono dare il buon esempio in tema di rispetto e tutela ambientale», dice Raimondo Tilloca. «L'arrivo della prima auto elettrica è l'inizio di un percorso che ci vede già impegnati a promuovere una mobilità sostenibile al 100% - prosegue - e ad autoprodurre l'energia che ci occorre attraverso l'utilizzo delle fonti rinnovabili». Parco e Area Marina stanno sperimentando nel campo dell'uso di energia prodotta da moto ondoso, attraverso la quale puntano all'autosostentamento energetico e allo sviluppo della mobilità sostenibile all'interno del Parco.

«In attesa che la sperimentazione dia i suoi frutti, siamo fra i primi Parchi in Italia che ha scelto un fornitore certificato che distribuisce energia elettrica prodotta al 100% da fonti rinnovabili», sottolinea Mariano Mariani. «Il Parco non compra un euro di energia proveniente da fonti fossili», afferma. Il percorso così intrapreso si lega al processo di incentivazione della mobilità lenta, che si è tradotto negli anni nella realizzazione di tracciati ciclopedonali e nella infrastrutturazione di nuove piste ciclabili interconnesse tra loro, per collegare Alghero con il territorio del Parco e dell'Area Marina. (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.