Inviati 10 rimorchiatori per disincagliare il porta-container

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Il porta-container gigante Ever Given, che è incagliato nel canale di Suez da quattro giorni, potrebbe essere liberato nella giornata di oggi. E' l'auspicio dell'armatore giapponese Yukito Higaki, presidente della società Shoei Kisen, proprietaria della Ever Given, scrive la Bbc online. Higaki ha fatto sapere che 10 rimorchiatori sono stati inviati sul posto per dragare gli argini e il fondo del canale.

Anche gli Stati Uniti si sono offerti di inviare aiuti tra cui un team di esperti della Marina.

La Ever Given, lunga 400 metri e larga quasi 60, si è incagliata nel canale di Suez nel pieno di una tempesta di sabbia, mettendosi di traverso e ostruendolo completamente, costringendo le compagnie a deviare le proprie navi. Il blocco ha anche creato un ingorgo di oltre 200 navi ferme nel mar Rosso.

Tuttavia, secondo Higaki, il porta-container potrebbe essere liberato questa sera, (ora di Tokyo), in quanto "si continua a lavorare per rimuovere i sedimenti con l'aiuto di altri strumenti di dragaggio". "La nave - ha aggiunto - non sta imbarcando acqua, il timone e l'elica funzionano. Una volta disincagliata dovrebbe essere in grado di ripartire". (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.