“Subito un dirigente per evitare la chiusura del laboratorio analisi di Ghilarza”
Lettera – appello ai vertici della sanità dal segretario del sindacato Fp – Cisl Salvatore Seoni

Il laboratorio analisi dell’ospedale Delogu di Ghilarza non dev’essere privato del personale ed anzi a suo favore dev’esserci quanto prima l’assegnazione di un dirigente biologo. Lo scrive in una lettera inviata ai responsabili dell’Ats e dell’Assl, il segretario provinciale del sindacato Funzione pubblica Cisl, Salvatore Seoni.

“Per ripristinare la normale attività del laboratorio analisi del nosocomio di Ghilarza è sufficiente attuare la disposizione del Direttore ASSL Oristano con la quale chiese ai dirigenti competenti, con nota del dicembre 2020, l’assegnazione di un dirigente biologo da destinare allo stesso laboratorio”, scrive Seoni. “Il suddetto laboratorio analisi va quindi potenziato con la figura del dirigente biologo e non ridimensionato e una sua eventuale chiusura definitiva comporterebbe un grave danno per l’attività ospedaliera per via della mancanza dell’apporto diagnostico che il laboratorio garantisce a settori fondamentali come il reparto Covid e il Punto di Primo Intervento, di prossima apertura”.

“Appare necessario ribadire ulteriormente”, prosegue il responsabile del sindacato Funzione pubblica Cisl di Oristano, “che il laboratorio analisi del Presidio Ospedaliero di Ghilarza è un punto di riferimento sanitario importantissimo per i cittadini del territorio, per il reparto Covid e per il Punto di Primo Soccorso, di prossima apertura, per cui tale scellerata eventualità di chiusura impoverirebbe la struttura ospedaliera nel suo complesso”.

Salvatore Seoni

“Detta eventualità”, scrive ancora Seoni, “palesa più concretamente il rischio che una struttura ospedaliera così importante per il territorio possa essere ridimensionata in maniera irreversibile e auspichiamo che tale situazione non discenda dall’applicazione dei principi di risparmio e di accentramento delle attività nella convinzione di ottenere risultati migliori, ma che siano decisioni prese con carattere di estrema temporaneità”.

“Per ambiti sanitari già privi di diversi servizi sanitari come quello di Ghilarza”, si legge ancora nella lettera, “le criticità non si risolvono chiudendo o ridimensionando i servizi, ma occorre adottare strategie tali da consentire una maggiore funzionalità dell’erogazione delle prestazioni sanitarie. Appare del tutto evidente che non si può continuare a decidere sulla riorganizzazione sanitaria territoriale senza un confronto specifico con le parti sociali e con le istituzioni locali per discutere sulle reali necessità del territorio e per pianificare una programmazione avveduta e attenta che ponga al centro dell’attenzione le esigenze sanitarie dei cittadini”.

“Il laboratorio analisi”, conclude il segretario del sindacato Funzione pubblica Cisl di Oristano Salvatore Seoni, “è un grande patrimonio da salvaguardare in ogni modo, è sempre stato diretto e gestito in modo ottimale ed ha potuto contare su operatori e professionisti sanitari di considerevole valore e dediti con grande abnegazione al lavoro”.

Sabato, 6 febbraio 2021

L'articolo “Subito un dirigente per evitare la chiusura del laboratorio analisi di Ghilarza” sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.