Inserire le lavoratrici e i lavoratori del settore del commercio, in particolare gli addetti al contatto con il pubblico nella grande distribuzione, nel piano di vaccinazione regionale: «Svolgono a tutti gli effetti un servizio di pubblica utilità», sottolinea il consigliere regionale dei Progressisti Antonio Piu in una interrogazione indirizzata al presidente della Regione e all’assessore alla Sanità, «per di più caratterizzato da un alto rischio di contagio. Lo svolgono ora e lo hanno svolto, sempre nell’interesse di tutta la collettività, anche nei periodi più duri della pandemia, già durante il lockdown della scorsa primavera, con moltissimi sacrifici e senza essersi mai tirati indietro: sono state tra le pochissime categorie a non fermarsi mai».

«Queste lavoratrici e questi lavoratori», continua Piu, «meritano grande attenzione, anche nell’interesse di tutti gli altri cittadini, visto l’altissimo numero di persone con cui entrano quotidianamente in contatto. Il rischio di contagio è elevato, e con esso cresce esponenzialmente la trasmissibilità del virus. È il motivo per cui è necessario inserire la categoria tra le prioritarie, al pari del personale scolastico, universitario, delle forze armate e di soccorso pubblico e procedere alla loro immediata vaccinazione».

L'articolo “Subito il vaccino ai dipendenti dei supermercati in Sardegna” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.