Strade ormai impraticabili: appello alla Provincia da Cabras
Iniziativa dei consiglieri comunali di opposizione: troppe buche

Foto Gianni Meli

Denuncia e appello da Cabras dove la percorribilità delle strade provinciali è ormai al limite. La denuncia viene dai consiglieri  comunali di opposizione Gianni Meli, Federica Pinna, Antonello Fara, Sara Meli e  Antonello Manca, che hanno inviato una lettera all’amministratore straordinario della Provincia di Oristano,  Massimo Torrente.

“I Cabraresi e Solanesi hanno perso la speranza”, scrivono i consiglieri. “Le piogge incessanti e costanti di questi mesi hanno peggiorato ulteriormente la situazione delle strade, che già versavano in pessime condizioni”.

“La strada provinciale n° 4 che collega Cabras alla frazione di Solanas, necessita di un’urgente intervento per la salvaguardia e l’incolumità di chi ci transita”, spiegano i consiglieri. “La via Garibaldi SP n°1 e la via De Castro SP n° 8 sempre di vostra competenza sono completamente dissestate creando grossi problemi al traffico urbano e ai pedoni”.

E ancora: “La strada provinciale n 6 che collega Cabras a San Giovanni Di Sinis, molto trafficata, sopratutto nel periodo estivo, nel tratto del canale ” scolmatore” presenta dei dossi molto pericolosi: questi avvallamenti irregolari sono rischiosi per la circolazione, di veicoli, moto, biciclette e mezzi agricoli , causando anche danni alla struttura dei veicoli che la percorrono”.

Foto Gianni Meli

Domenica, 14 marzo 2021

L'articolo Strade ormai impraticabili: appello alla Provincia da Cabras sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.