San Vero Milis

Difficoltà organizzative per il suo animatore Andrea Atzori

Si fermano le  visite guidate nella colonia felina di Su Pallosu, sulla marina di San Vero Milis, che chiude le porte agli ospiti.  Con oltre trentamila presenze registrate in dieci anni, la colonia era diventata una delle attrazioni turistiche più gettonate,  consigliata anche da TripAdvisor, ma purtroppo  quest’estate non la si potrà visitare: “Non riesco più a dedicarmi a questo servizio per i turisti e per tutti coloro che volevano conoscere la colonia. Proprio per dedicarmi completamente ai gatti, al loro benessere, essendo da solo, ho deciso di interrompere questo servizio”, ha fatto sapere dispiaciuto  Andrea Atzori, il volontario, che da oltre dieci anni, gestisce la colonia felina privata. La comunicazione ufficiale sul blog “I gatti di Su Pallosu”: “Comunichiamo che non effettuiamo più il servizio di visite guidate all’Oasi Felina Privata. Dopo dieci anni di ininterrotta attività l’Oasi felina non svolgerà più il servizio per appuntamento a numero chiuso all’interno di un percorso felino”.

Un servizio aggiuntivo, che per anni Andrea Atzori ha gestito insieme alla sua ex compagna Irina Albu ma che ora, da solo, non è più in grado di offrire.

Alla decisione si è arrivati anche in conseguenza dei lavori  contro l’erosione delle coste, che hanno precluso l’accesso diretto al mare dalla proprietà di Atzori, dove i gatti sono ospitati.

“A fine aprile”, racconta Atzori, “l’amministrazione comunale ha ultimato i lavori di contenimento dell’erosione delle coste e chiaramente questo ha interessato anche la mia proprietà privata dove c’è la colonia felina. E’ stata realizzata praticamente una sorta di barriera in legno di circa 180 metri che ci preclude a piedi l’accesso dal terreno demaniale della nostra proprietà alla spiaggia. Per i gatti nessun problema, per loro la barriera  in legno è quasi un gioco e saltano da una parte all’altra. Ma per le persone, penso ad anziani, bambini e persone con disabilità, l’accesso è davvero difficoltoso”.

“Ci tengo a precisare”, aggiunge Andrea Atzori, “che non sto gettando la spugna: come gattaro, da volontario, continuerò a occuparmi dei gatti della colonia. Al momento ce ne sono trentatrè di cui tredici sono nei vari rifugi e i restanti sono liberi sulla spiaggia. Tutti i giorni, come faccio da sempre, mi occupo di loro non facendo mai mancare il cibo, pulisco le lettiere e se necessario li porto dal veterinario per tutte le visite del caso”.

“Bisogna contare che”, precisa sempre Atzori, “le visite erano a numero chiuso, quindi su prenotazione e a piccoli gruppi da dieci ma sopratutto erano fatte anche in lingua, in base ai visitatori stranieri che venivano a trovarci e quindi in inglese, spagnolo oltre che in italiano chiaramente. Da solo, ora mi è impossibile”.

“L’oasi felina privata di Su Pallosu non cesserà di esistere”, conclude Atzori. “Nonostante le difficoltà alle quali si aggiunge il mancato appoggio e/o sostegno pubblico dell’amministrazione comunale di San Vero Milis, i gatti e il loro gattaro continueranno ad abitare e frequentare la spiaggia che ci ospita da così tanto tempo e chiunque può comunque aiutarci con donazioni, alimenti e coperte per l’inverno, utilizzando i nostri social (il gruppo su Facebook) o visitando il nostro sito”.

Oristano - Presentazione 5 stelle - Andrea Atzori
Andrea Atzori

Mercoledì, 4 agosto 2021

Se ritieni che questa notizia possa essere integrata con ulteriori informazioni o con foto e video inviaci un messaggio al numero Whatsapp 331 480 0392

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.