“Esprimiamo apprezzamento per l’ordinanza emanata nella tarda serata di ieri dal Presidente Solinas, che ha accolto le innumerevoli richieste dei sardi allarmati per il possibile ripetersi di quanto già accaduto la scorsa estate.
D’altra parte, siamo preoccupati che alcune disposizioni possano eccedere la competenza regionale e possano, quindi, essere dichiarate illegittime. Per questo abbiamo reiterato l’istanza ai Ministri Speranza e Gelmini, perché il governo intervenga tempestivamente per evitare ogni rischio, di incostituzionalità e di pericolo per la salute dei cittadini. Chiediamo che il governo dia adeguata copertura normativa alle condivisibili disposizioni dell’ordinanza, consentendo lo spostamento verso le ‘zone bianche’ – la Sardegna al momento è l’unica – esclusivamente per i motivi di cui all’articolo 2 del DPCM 2 marzo 2021 (comprovate esigenze lavorative, motivi di lavoro o di salute), ovvero solo dopo aver obbligatoriamente e preventivamente documentato la negatività al Covid-19.”

Così in una nota i parlamentari sardi del Movimento 5 Stelle Mario Perantoni, Paola Deiana, Lucia Scanu, Nardo Marino, Luciano Cadeddu, Elvira Evangelista ed Ettore Licheri.

L'articolo Stop all’assalto alle seconde case in Sardegna, M5S: “Rischio illegittimità” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.