Finisce a Uta un calabrese arrivato in Sardegna per continuare a perseguitare la sua ex

CAGLIARI. Arrestato a Quartu lo stalker che l’altro ieri era riuscito a bloccare la partenza del volo Ryanair Cagliari-Bergamo. E’ un calabrese di 45 anni con precedenti di polizia residente nel nord Italia, a cui precedentemente gli era stato notificato il divieto da parte del questore di Cagliari di rimettere piede in città 3 anni per via delle persecuzioni nei confronti della ex compagna residente a Quartu. Sull’aereo che doveva portarlo a Bergamo, il 2 novembre scorso ha inscenato una gazzarra, ritardando la partenza del volo.

Accompagnato con misura di sicurezza in ospedale per una visita psichiatrica, appena effettuato il triage era scappato da una finestra, rendendosi irreperibile. Il timore era che potesse tornare a infastidire la ex compagna residente a Quartu, aveva suggerito servizi di controllo nelle vicinanze dell’abitazione dell’’ex attraverso le Volanti del Commissariato, i cui operatori lo hanno infatti trovato all’interno delle aree condominiali dell’abitazione della vittima. Una volta bloccato, il 45enne è stato arrestato per atti persecutori e su disposizione del pubblico ministero accompagnato presso la casa circondariale di Uta. (luciano onnis)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.