Disordini e scontri a Madrid e Barcellona

(ANSA) - ROMA, 17 FEB - Incidenti, con cariche della polizia, sono avvenuti stasera nella centrale Puerta del Sol a Madrid, e a Barcellona, dove centinaia di persone stavano dimostrando per chiedere la scarcerazione del rapper Pablo Hasel, in prigione da ieri dopo essere stato condannato per alcuni tweet e video contro la monarchia e la polizia e l'accusa di incitazione al terrorismo.

Secondo i media spagnoli alcuni manifestanti, dopo un inizio pacifico della protesta a Madrid con canti e slogan, hanno tentato di infrangere vetrine di negozi sulla piazza. Poi ci sono stati assalti alle forze della Policia Nacional, e cassonetti dati alle fiamme.

La manifestazione non era autorizzata, causa pandemia.

Anche a Barcellona, in serata, ci sono stati incidenti, con lancio di oggetti verso la polizia, cassonetti incendiati e barricate in strada. Manifestazioni in sostegno a Hasel si sono svolte anche in altre località: Lleida (anche qui ci sono stati tafferugli), Girona e Tarragona (dove è stata bloccata l'autostrada A7), Nella capitale catalana gli scontri di martedì sera avevano provocato una trentina di feriti e portato all'arresto di 15 persone. Una donna avrebbe perso un occhio a causa di un proiettile di gomma sparato dalla polizia, scrive La Vanguardia citando fonti ospedaliere. (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.