MONSERRATO. Spacciatore fermato dai Falchi della polizia dopo un inseguimento, arrestato anche l’insospettabile detentore della droga. Ieri pomeriggio 20 ottobre, dopo giorni di appostamenti e pedinamenti da parte degli investigatore della squadra mobile, è apparso certo che Michele Asunis, 29enne di Dolianova, da tempo aveva intrapreso una fiorente attività di spaccio di droghe di vario genere, rifornendo i vari acquirenti con consegne a domicilio e assoldando altri giovani a cui cedeva la droga già confezionata da vendere. In particolare, il giovane - come apparato dai poliziotti - era solito servirsi di giovanissime persone, incensurate o comunque al di sopra di ogni sospetto.

Una delle mete maggiormente frequentate era l’abitazione di un insospettabile 28enne incensurato di Monserrato, Mattia Pisu, da dove prelevava degli involucri per poi intraprendere il giro dei clienti. Intorno alle 17.30 di ieri, Michele l’Asunis, dopo aver portato con se dentro l’autovettura un involucro, è partito percorrendo alcune vie di Monserrato. E’ scattata l’operazione e una pattuglia dei Falchi gli ha intimato l’alt. Vistosi braccato, il conducente ha accelerato percorrendo a velocità sostenuta diverse vie fino ad imboccare la via Muzio Scevola contromano, mentre sopraggiungeva un’altra auto della polizia contro la quale è andato a sbattere per poi finire, incastrandosi, sul muro di una casa. Con uno scatto fulmineo il conducente è uscito dal finestrino dell’auto tenendo in mano un pacco di colore rosa, percorrendo a piedi diverse vie e abbandonando infine l’involucro in un terreno ricoperto di erbacce. Esausto per la corsa è stato bloccato e ammanettato.

Addosso al fuggitivo sono stati trovati 4,5 grammi di hascisc. Gli investigatori hanno immediatamente raggiunto l’abitazione dove abitava il “custode” dello stupefacente e durante la perquisizione sono stati trovati circa 405 grammi di cocaina, suddivisi in dosi pronte ad essere smerciate, un panetto di hascisc dal perso di 100 grammi e altri 39 grammi dello stesso stupefacente già confezionati in piccole dosi, più i 25 grammi di marijuana, un coltello con la lama sporca di hascisc, sei bilancini di precisione e una macchina per il confezionamento sottovuoto con il relativo materiale.

I due giovani sono stati accompagnati in Questura e tratti in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Ad Asunis è stato contestato anche il reato di resistenza a pubblico ufficiale. Entrambi sono stati accompagnati presso la casa circondariale di Uta.(luciano onnis)

MONSERRATO. Spacciatore fermato dai Falchi della polizia dopo un inseguimento, arrestato anche l’insospettabile detentore della droga. Ieri pomeriggio 20 ottobre, dopo giorni di appostamenti e pedinamenti da parte degli investigatore della squadra mobile, è apparso certo che Michele Asunis, 29enne di Dolianova, da tempo aveva intrapreso una fiorente attività di spaccio di droghe di vario genere, rifornendo i vari acquirenti con consegne a domicilio e assoldando altri giovani a cui cedeva la droga già confezionata da vendere. In particolare, il giovane - come apparato dai poliziotti - era solito servirsi di giovanissime persone, incensurate o comunque al di sopra di ogni sospetto.

Una delle mete maggiormente frequentate era l’abitazione di un insospettabile 28enne incensurato di Monserrato, Mattia Pisu, da dove prelevava degli involucri per poi intraprendere il giro dei clienti. Intorno alle 17.30 di ieri, Michele l’Asunis, dopo aver portato con se dentro l’autovettura un involucro, è partito percorrendo alcune vie di Monserrato. E’ scattata l’operazione e una pattuglia dei Falchi gli ha intimato l’alt. Vistosi braccato, il conducente ha accelerato percorrendo a velocità sostenuta diverse vie fino ad imboccare la via Muzio Scevola contromano, mentre sopraggiungeva un’altra auto della polizia contro la quale è andato a sbattere per poi finire, incastrandosi, sul muro di una casa. Con uno scatto fulmineo il conducente è uscito dal finestrino dell’auto tenendo in mano un pacco di colore rosa, percorrendo a piedi diverse vie e abbandonando infine l’involucro in un terreno ricoperto di erbacce. Esausto per la corsa è stato bloccato e ammanettato.

Addosso al fuggitivo sono stati trovati 4,5 grammi di hascisc. Gli investigatori hanno immediatamente raggiunto l’abitazione dove abitava il “custode” dello stupefacente e durante la perquisizione sono stati trovati circa 405 grammi di cocaina, suddivisi in dosi pronte ad essere smerciate, un panetto di hascisc dal perso di 100 grammi e altri 39 grammi dello stesso stupefacente già confezionati in piccole dosi, più i 25 grammi di marijuana, un coltello con la lama sporca di hascisc, sei bilancini di precisione e una macchina per il confezionamento sottovuoto con il relativo materiale.

I due giovani sono stati accompagnati in Questura e tratti in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Ad Asunis è stato contestato anche il reato di resistenza a pubblico ufficiale. Entrambi sono stati accompagnati presso la casa circondariale di Uta.(luciano onnis)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sardegna News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

Pizzeria da Birillo

Radio Fusion