Dati Covid nel Medio Campidano, il sindaco di Samassi Enrico Pusceddu analizza l’andamento della situazione: “Cara Regione Sardegna, caro Assessorato alla Sanità, cara ATS, con questi numeri, cosa c’è ancora da aspettare?”.Oltre 200 i casi registrati, dato approssimativo considerata la comunicazione tardiva da parte dell’Ats, segnalata più volte da diversi primi cittadini, che “devono accendere più di un campanello d’allarme”.I trasporti e l’organizzazione sanitaria sono da potenziare e migliorare: “da noi un bus passa e quello prendono tutti”.“Ieri, in assenza di dati ufficiali aggiornati sui casi di positività nei nostri Comuni – scrive il sindaco nella sua pagina social – preoccupato per l’andamento del fenomeno nel territorio di competenza della ASSL di Sanluri, che comprende oltre Samassi tutti i Comuni della ex Provincia del Medio Campidano (ora nuova Provincia del Medio Campidano) ho fatto ciò che chiunque di noi avrebbe potuto fare. Ovvero provare a capirci qualcosa mettendo insieme i dati dei casi positivi rilevati nei Comuni della Provincia.Ovviamente il dato scaturito non ha validità scientifica perché si è basato sulle info che, direttamente o indirettamente, i miei colleghi Sindaci (anch’essi per lo più privi di comunicazioni ufficiali da parte di ATS) hanno reso pubbliche, però è numericamente significativo per lo sconcertante risultato a cui si è giunti.Il quadro complessivo (caso più caso meno, da rivedere al rialzo e non certo al ribasso) – specifica Pusceddu – seppur incompleto, indica chiaramente la gravità della situazione, la capillarità della diffusione e l’ormai rara presenza di Comuni Covid-Free nel nostro territorio.Il numero dei positivi attualmente in isolamento nel Medio Campidano sono 222 (a cui si devono aggiungere quelli dei comuni i cui dati non sono stati inseriti perché considerati provenienti da fonti ufficiose per un totale che può giungere a 238) su una popolazione di 95.754 abitanti.  Visti i casi e le medie, nazionali e regionali, il nostro dato deve far accendere più di un campanello d’allarme sulla tenuta del sistema e portarci a ribadire ciò che nella Conferenza socio sanitaria di lunedì scorso i sindaci hanno evidenziato con forza”.È necessario, quindi immediatamente “potenziare le piante organiche del personale sanitario e amministrativo a disposizione dell’ATS al fine di sopperire all’incremento dei carichi di lavoro dovuti all’emergenza COVID-19. Emergenza che inevitabilmente sta incidendo negativamente anche sui servizi destinati a tutti gli altri pazienti interessati da mille altre patologie.Attivare un coordinamento tra tutte le componenti socio sanitarie territoriali che non possono muoversi come se la mano destra non sapesse cosa fa la mano sinistra.Attivare una piattaforma informatica che consenta ai Sindaci, in qualità di Autorità sanitarie locali, di poter accedere direttamente ai dati sui casi di positività rilevati nei loro Comuni al fine d’intraprendere in tempo reale tutte le azioni di loro competenza”. Inoltre, prosegue il sindaco, “potenziare la rete dei trasporti pubblici nel territorio. Che senso ha distanziare gli studenti a scuola per poi ammassarli prima, durante e dopo il viaggio nei mezzi pubblici che prendono per raggiungerle. I comuni del Medio campidano non sono Milano, non ci sono metropolitane da prendere ogni 10 minuti. Da noi un bus passa e quello prendono tutti. Punto.In questo periodo emergenziale ci servono bus e carrozze ferroviarie dedicate ai soli studenti perché siamo in piena emergenza e durante l’emergenza, nei Paesi avanzati, si dovrebbe essere in grado di fare cose straordinarie. In tempi di COVID se non tuteliamo prima di tutto i bambini e i ragazzi, a cascata, non tuteliamo più nessuno”.“Cara Regione Sardegna – conclude il sindaco – caro Assessorato alla Sanità, cara ATS, con questi numeri, cosa c’è ancora da aspettare?”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sardegna News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

Pizzeria da Birillo

Radio Fusion