Personale della Squadra Mobile ha eseguito l’ordinanza di allontanamento dalla casa familiare che il G.I.P. del Tribunale di Sassari ha emesso a carico di M.G., sessantaquattrenne, della provincia di Sassari.

L’uomo si è reso responsabile di maltrattamenti e lesioni gravi nei confronti della moglie, atti ripetuti negli anni e culminati con l’ultimo grave episodio in ordine di tempo, nel decorso mese di novembre a seguito del quale la donna è stata ricoverata presso l’ospedale di Sassari, per le gravissime ferite riportate al capo che hanno costretto i medici a sottoporla ad un delicato intervento chirurgico con una successiva prognosi di 45 giorni vista la gravità dello stato di salute.

La donna, per paura, e totalmente succube, come spesso accade in casi analoghi, ha dichiarato che le lesioni se le aveva procurate da sé a causa di una caduta accidentale, ma il personale della Squadra Mobile, prontamente intervenuto presso l’Ospedale così come contemplato nel cosiddetto Codice Rosso che detta tempi rapidi rispetto all’azione di Polizia, ha immediatamente compreso che quanto accaduto aveva come unico responsabile il coniuge M.G. e la sua indole violenta.

Per questi motivi, proprio a seguito di quanto emerso dall’attività di Polizia Giudiziaria, il Magistrato ha ritenuto di allontanare l’uomo dalla casa familiare, a tutela dell’incolumità della donna e tale provvedimento è stato prontamente eseguito dalla Polizia di Stato.

L'articolo “Sono caduta e ho battuto la testa”, ma le ferite le aveva procurate il marito-orco: allontanato a Sassari proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.