RADIO ZAMPETTA SARDA, SONIA CASULA CI RACCONTA LA STORIA DI MICCIA DIVINA: ” COSÌ HO SALVATO MICCIA, DOPO 3 MESI CON UN CAPPIO AL COLLO!”

Sonia Casula ci racconta una delle tante storie, che giornalmente affronta per salvare i gatti bisognosi di cure che il destino le mette nel suo cammino.È  una storia che sa di una forte empatia, di un grande amore e rispetto per la vita.Loro sono stati e sono la mia forza, la mia terapia antidepressiva dopo l’ improvvisa e tragica perdita della mia cara mamma.
Miccia Divina è  nata nel 2017, quando finisce nel cappio trappola aveva 7 mesi . È rimasta 3 mesi giugno, luglio e agosto con il cappio stretto al collo, era inavvicinabile!Un pomeriggio di settembre, la vicina mi chiama per avvisarmi che Miccia Divina era in fin di vita, riesco a prenderla a mani nude e a portarla a casa perché l’ ambulatorio del  mio veterinario era ancora chiuso. Mi faccio coraggio e  tolgo  il cappio che aveva intorno al collo per 3 mesi, in quel momento presi atto della gravità della situazione: ” Miccia Divina aveva perso tutti i tessuti e la muscolatura del collo, la sua  trachea e giugulare erano visibili a occhio nudo e non aveva stabilità nella parte sinistra del corpo!” La sera  porto la micina dal veterinario,  dopo averla visitata le sue parole furono queste:” la gattina non può essere operata, purtroppo non ha speranze di sopravvivere in queste condizioni!” Non ho minimamente preso in considerazione la proposta che fece il veterinario, ossia quella di addormentarla per sempre, così io e Miccia Divina siamo rientrate a casa  e l’ho  messa in una stanza da sola, perché era molto selvatica . L’ isolamento la deprime fino al punto di rifiutare il cibo, non potevo vederla morire davanti ai miei occhi, così decido di interrompere l’ isolamento e di inserirla con la Banda dei Monelli, tutti mici salvati dalla morte con patologie che ho curato e adottato. Milù un gatto con gli occhi velati si è avvicinato a lei e Miccia Divina esce dal trasportino e da quel giorno, entrambi disabili, si sono aiutati a vicenda.Miccia Divina aveva spesso crisi respiratorie quando mangiava, con una copertina riuscivo a calmarla. Trascorrono 3 anni e il povero Milù muore, Miccia va in depressione e cerca conforto affiancandosi a Romeo, un gatto anche lui con una disabilità, dormivano nella stessa cuccia insieme sotto il letto. Anche Romeo attraversa il Ponte un anno fa,  per Miccia Divina è stata una grossa perdita al punto di cercare Romeo in tutte le stanze richiamandolo con il miagolio.Nel 2020 conosco Regina tramite il servizio di cat Sitter, mi contatta per tenere un gatto di un mese, Icaro trovato sopra un tetto, perché lei doveva partire e Sophia la sua gatta, non lo accettava . Regina è un’ infermiera del 118 con 30 anni di servizio, e la storia di Miccia Divina la colpì particolarmente.Quando torna dalla vacanza mi parla di Elisabetta, un’ amica di Roma che conosce Medipet, una ditta che produce bustini fatti con un materiale che non si attacca alla ferita. Elisabetta ci dona  il bustino della sua Cagnolina ma quando io e Regina lo abbiamo avuto tra le mani, ci siamo accorte che per la ferita di Miccia non andava bene. Non ci siamo perse d’ animo, e a Regina grazie alla sua esperienza le viene in mente un’ idea per coprire il collo, che non creava fastidio, ma bensì correggeva la postura di Miccia e unita  alla mia manualità nel cucire,  osservando i guinzagli della mia cagnolina sono riuscita a creare un carta modello e realizzare un bustino. Regina invia la foto a Elisabetta che a sua volta gira a Medipet, quest’ ultima mi contatta chiedendomi di poter acquistare il cartamodello, per loro era molto importante perché poteva aiutare tanti animali sostituendo il collare Elisabetta . Io e Regina abbiamo preso tempo e abbiamo fatto una controfferta, regalare il cartamodello a Medipet in cambio di tre cose: ” il nome del bustino doveva essere Miccia Divina,  il tessuto medicale fino alla guarigione per poter fare i bustini e trovare un chirurgo per Miccia Divina. “Elisabetta ci parla di One Vet, uno spray cicatrizzante di olii essenziali, così veniamo contatte da questa ditta che ci fornisce il prodotto in cambio delle foto costanti della gatta nella fase di trattamento.Dopo un anno Miccia Divina da 10 cm di circonferenza è arrivata a 17 cm, abbiamo raggiunto il primo traguardo che ci consente di affrontare l’ intervento. La prima ipotesi era quella di andare a Roma da loro ma per Miccia sarebbe stato troppo stressante, allora sempre da Roma ci danno il contatto della dottoressa Laura Demontis  dell’ ambulatorio veterinario di via Barone Rossi a Cagliari . Prendiamo appuntamento e la dottoressa ci propone due alternative; la ricostruzione della ferita oppure un innesto che sarebbe stato  più complicato. Io e Regina abbiamo subito capito che Laura era la dottoressa che stavamo cercando, una persona sensibile che parlava di Miccia con amore  ma la cosa più importante mi avrebbe consegnato Miccia dopo l’intervento. Dovevo risolvere il problema del drenaggio, perché Miccia lo avrebbe strappato, così ho creato una tasca sopra un bustino fatto da me per l’intervento che durò due ore.Al suo termine Laura mi dice che è riuscita a eseguire la ricostruzione senza fare l’innesto, ero commossa nel vedere finalmente il collo di miccia chiuso, la parte sinistra la più lesionata continuava a cedere mentre la parte destra si era chiusa, ha dovuto eseguire altri due interventi . Oggi Miccia Divina ha un piccolo buco di 2 cm per 2 cm, che stiamo facendo chiudere in modo naturale per non sottoporle altro stress. La gattina ha iniziato a giocare, a fare cose che prima non poteva fare per via della grave lesione. La dottoressa è sempre presente e la ringrazio, perché è una persona che ha messo in primo piano il bene di Miccia Divina dandomi la possibilità di prendermi cura di lei come ho sempre fatto. Come direbbe Miccia :” Io sono Miccia Divina,  la gattina con 2 C ( volutamente il nome Miccia porta la doppia c per evidenziare il coraggio e la forza che la gattina ha avuto nel continuare a vivere)  la gattina che ha vagato per 3 mesi con cappio al collo, sono la guerriera niente e nessuno mi può fermare!”

Per appelli e SOS contattateci sulla pagina Facebook e Instagram “Radio Zampetta Sarda”. Messaggi Casteddu online 380 747 6085
Ricordate di seguirci su Radio Casteddu i nostri appuntamenti
Lunedì/ Mercoledì  alle 10.20 in replica alle 14.50 e 21.20
Appuntamento con la parola dell’esperta la Dott.ssa Silvia Serra di Ussana il Martedì alle 10.20 in replica alle 14.50 e 21.20 il giovedì in replica nella stessa fascia oraria.
In streaming sulla pagina Facebook Casteddu online e radio zampetta sarda.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.