Una Sardegna tutta Covid Free. Christian Solinas ci crede e lo dice in diretta nazionale, su La7: “Siamo in zona bianca grazie alla grande disciplina dei sardi. Ringrazio il personale sanitario e i volontari della Protezione Civile, impegnati anche per i controlli. Abbiamo previsto una riapertura graduale, con un monitoraggio permanente insieme all’Iss e al ministero della Salute. Se i risultati di questa settimana confermeranno il buon trend della diffusione virale, ci sarà l’apertura di musei e palestre, sino ad arrivare alla riapertura di tutte le attività, con tutte le precauzioni”. Per farlo, però, servono i vaccini. E l’Isola ha somministrato solo il 55,8 per cento delle dosi ricevute.“Anche all’inizio avevamo le prime dosi di vaccino con qualche giorno di ritardo rispetto al resto d’Italia, mi sono preoccupato di allestire centri di vaccinazione in tutta la Regione, per vaccinare tutti in 45 giorni se arrivano le dosi. Al momento abbiamo conservato il 30 per cento delle dosi per le seconde inoculazioni.La mia struttura tecnica voleva sincerarsi che ci fosse la garanzia di arrivi costanti in Sardegna, se non arrivano le seconde dosi si perderebbe il vantaggio acquisito. Ho scritto a Draghi per dirgli che dal momento che siamo primi in Italia come zona bianca  e se ne parla in tutto il mondo, si può creare un laboratorio modello, vaccinando tutta la popolazione. Siamo disposti anche a mettere risorse regionali”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.