Solinas: “Migranti, l’Isola deve restare sicura: rimpatrio immediato per la tutela della salute e della sicurezza dei cittadini”. Il governatore sardo duro anche contro il governo:“La sicurezza dei cittadini e la tutela della salute pubblica rappresentano diritti fondamentali che non possono essere messi a rischio da scelte inefficaci che non producono nessun beneficio per la popolazione. Ci saremmo, piuttosto, aspettati da parte del Governo l’attuazione di rigorosi controlli per evitare gli sbarchi irregolari e non vanificare i risultati ottenuti in Sardegna nella lotta al virus”. Lo afferma il presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas intervenendo sulla vicenda dei migranti algerini, ospiti del centro di accoglienza di Monastir, oggetto di proteste degli amministratori locali e del sindacato di polizia per le fughe e i casi di coronavirus accertati, che, su disposizione della Prefettura di Cagliari, sono stati trasferiti in un’altra struttura a Tonara nel Nuorese. “Attraverso questa decisione c’è il pericolo concreto che il virus possa essere diffuso anche all’interno dell’Isola, siamo fortemente contrari al trasferimento dei migranti positivi in giro per la Sardegna: queste persone che non scappano da nessuna guerra devono essere rimpatriate immediatamente”.

L'articolo Solinas: “Migranti algerini, l’Isola deve restare sicura: rimpatrio immediato per la tutela della salute e della sicurezza dei cittadini” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.