Sbarchi quasi continui di migranti sulle coste del sud dell’Isola. Il bel tempo e il mare calmo favoriscono gli arrivi dei barchini della disperazione dalla rotta del nord Africa. L’ultimissimo arrivo nella notte: a Sant’Antioco, in località Cala Sapone, sono stati rintracciati venti migranti – 17 adulti e tre ragazzini – tutti maschi, in buone condizioni di salute, algerini. I carabinieri della stazione di San Giovanni Suergiu li hanno rintracciati e scortati. Nelle ultime 24 ore sono arrivati 70 stranieri, tutti algerini. Il primo sbarco a Sinnai, nella spiaggia di Solanas di Marongiu, il secondo a Quartu Sant’Elena, nella zona di Terra Mala: in questo caso i migranti, otto, sono stati bloccati dai carabinieri mentre erano in viaggio, a piedi, verso Cagliari, ai bordi della strada provinciale 17. Altri otto stranieri sono arrivati sulla terraferma nella zona di Capo Sperone a Sant’Antioco mentre altri dodici stranieri, tutti in buone condizioni di salute e algerini, sono stati rintracciati a Calasetta. In tutti e quattro i casi è stato provvidenziale l’intervento dei carabinieri, che sono riusciti a trovare e bloccare gli stranieri.

L'articolo Settanta migranti in un giorno, raffica di sbarchi: algerini bloccati da Quartu a Sant’Antioco proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.