Utilizzando l’account messanger di sua figlia, un 56enne di Sestu avrebbe adescato una bambina di 8 anni, convincendola a spogliarsi e compiere atti sessuali mentre lui la guidava via chat dopo aver oscurato la videocamera. La piccola era convinta che dall’altra parte del telefono ci fosse una sua amica coetanea. L’uomo, già condannato a 4 anni di carcere in tribunale a Cagliari per possesso e divulgazione di materiale pedopornografico, dopo le nuove indagini  suo carico dovrà ora scontare 6 anni, dunque due in più, anche per violenza sessuale su minore adescata in internet. Era stata la giudice Tiziana Marogna, a capo dei giudici che condannarono il 56enne, a disporre nuove indagini, avendo maturato il sospetto poi secondo gli inquirenti confermato dalle indagini, che l’uomo chattasse con una minorenne. 

 

L'articolo Sestu, con l’account social della figlia adescava bambine e le faceva spogliare davanti alla webcam proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.