Questa mattina a Sestu Comune di Sestu, alla presenza del Sindaco Maria Paola Secci, del Prefetto di Cagliari Gianfranco Tomao e del Comandante Provinciale dei Carabinieri Cesario Totaro, è stato sottoscritto da un rappresentante dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata e dal direttore dell’Agenzia del Demanio il verbale di consegna di una palazzina confiscata alla criminalità organizzata.

Nel suo intervento di saluto, il Prefetto Tomao ha sottolineato l’importanza, anche simbolica, dell’odierno evento, frutto di una sinergica collaborazione fra Amministrazioni ed Enti intesa a perseguire l’obiettivo condiviso, oggi raggiunto, di destinare stabilmente il fabbricato in parola al servizio della collettività, nonché di evitare che i proventi dell’attività criminosa cui esso è collegato potessero restare nella disponibilità dei responsabili.

Il Sindaco di Sestu, nel manifestare la propria riconoscenza al Prefetto Gianfranco Tomao ed a quanti si sono prodigati per raggiungere il suddetto obiettivo, ha voluto sottolineare che la consegna degli immobili in parola, sommata alla prossima conclusione dei lavori in corso per la realizzazione dello stabile che ospiterà la nuova Caserma dei Carabinieri, rappresenta un momento di particolare rilievo per il Comune, dove risulta attualmente avvertita la necessità di una presenza stabile delle Forze dell’Ordine.

Alla firma del suddetto verbale è anche intervenuto, in videoconferenza, il Direttore dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, Prefetto Bruno Corda che, nella circostanza, ha voluto sottolineare l’importanza dell’iniziativa, così come di quelle che, in contesti analoghi, si svolgono su tutto il territorio nazionale. La destinazione di beni sottratti alla criminalità organizzata in favore della comunità, ha precisato, costituisce un segnale imprescindibile, poiché consente sia di reimmettere beni anche di rilevante valore economico nel circuito dell’economia legale, sia di sottrarre le corrispondenti risorse alla criminalità, depotenziandone quindi l’azione e costituendo il più efficace deterrente contro coloro che sono attratti dai facili guadagni, da realizzarsi illecitamente.

Dopo la sottoscrizione del documento, gli intervenuti si sono spostati presso la suddetta palazzina, che comprende diversi appartamenti e pertinenze; essa, mantenuta in uso governativo, è stata quindi subito consegnata ai Carabinieri per destinarla ad alloggi di servizio per i militari dell’Arma.

Lo stabile di cui si tratta rientra nel più ampio patrimonio immobiliare, in via di progressiva destinazione, a suo tempo sottoposto a sequestro con decreto del Tribunale di Cagliari del 17 febbraio 2015, reso definitivo dalla sentenza della Corte di Cassazione del 16 febbraio 2017, con cui è stata ordinata la confisca di tale patrimonio, ai sensi del codice antimafia.

 

 

L'articolo Sestu, bene confiscato alla criminalità organizzata consegnato all’Arma dei Carabinieri proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.