Giovane in stato di alterazione nella notte aggredisce e picchia la madre. All’arrivo dei carabinieri tenta di colpirla con un coltello. Bloccato dai militari che evitano il peggio. Arrestato per maltrattamenti in famiglia e minaccia aggravata.  Una notte di violenza ed esasperazione in una casa di Serramanna in via xxv aprile quando un 34enne, O.A., ha avuto un litigio furibondo con la madre e l ha per l’ennesima volta aggredita. Le urla della donna si sono udite a distanza.

Liberatasi per un attimo è riuscita a comporre il 112 e la centrale operativa della compagnia carabinieri di Sanluri ha inviato immediatamente due pattuglie dell’Arma. I carabinieri della stazione di serramanna e del nucleo radiomobile sono entrati in casa e il ragazzo in preda ad escandescenze ha lasciato la presa sulla madre ed ha preso un coltello a serramanico di 25 cm minacciando di voler uccidere la donna. Ma i carabinieri lo hanno bloccato immediatamente evitando il peggio disarmandolo. Una volta riportata la calma, sequestrato il coltello, il ragazzo è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e minaccia aggravata e condotto in caserma a Sanluri. È stato trasferito poi in carcere a Uta a disposizione dell’autorità giudiziaria di Cagliari.

L'articolo Serramanna, aggredisce la mamma e tanta di colpirla con un coltello: 34enne arrestato dai carabinieri proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.