Sequestrati mille ricci a due pescatori di Oristano e Marrubiu
Operazione del Corpo forestale. Sanzioni per seimila euro

Foto Corpo forestale

Mille ricci di mare sono stati sequestrati a Marceddì a due pescatori non professionisti di Oristano e Marrubiu dagli agenti del corpo forestale del nucleo investigativo polizia ambientale forestale, della stazione di Marrubiu e dell’unità navale di Oristano, al termine di un servizio predisposto dalla responsabile provinciale del Corpo forestale Tiziana Pinna.

I ricci sono stati poi rigettati in mare, nel Golfo di Oristano, perché ancora vivi.

Tiziana Pinna

Ai due pescatori sono state applicate sanzioni amministrative da 6000 euro, sono state sequestrate quattro bombole ed è stata loro contestata la violazione al Decreto Covid per aver violato il coprifuoco dalle 22 alle 5.

Il calendario della pesca dei ricci di mare ha previsto questa stagione l’apertura della pesca professionale il 16 novembre scorso e la chiusura il 17 aprile prossimo, con orario di pesca dalle 6 alle 14 e con esclusione della domenica.

Anche per questa stagione, la pesca dei ricci è riservata ai soli pescatori professionisti e dunque vige il divieto assoluto di pesca per i pescatori sportivi e ricreativi.

L’assessore regionale all’ambiente Gianni Lampis ed il comandante generale del corpo forestale, Antonio Casula, hanno rinnovato l’apprezzamento per l’attenzione posta dal Corpo forestale nel contrasto alla pesca abusiva e in particolare quella dei ricci, preziosa risorsa oggetto di tutela e indice di biodiversità.

Venerdì, 26 marzo 2021

L'articolo Sequestrati mille ricci a due pescatori di Oristano e Marrubiu sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.