“Questa pandemia non è affatto finita e, con l’incredibile crescita di Omicron a livello globale, è probabile che emergano nuove varianti, motivo per cui il monitoraggio e la valutazione rimangono fondamentali”. Lo ha dichiarato il segretario generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus. “Il Covid-19 sta circolando troppo intensamente, con molte persone ancora vulnerabili. Per molti Paesi le prossime settimane rimangono davvero critiche per gli operatori e i sistemi sanitari. Esorto tutti a fare del proprio meglio per ridurre il rischio di infezione in modo che si possa aiutare a ridurre la pressione sul sistema”, ha aggiunto.

Sono 228.179 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore, secondo il bollettino del ministero della Salute, su 1.481.349 tamponi processati. Il tasso di positività al 15,4%.

Ed è record di decessi: 434 le vittime del giorno, che portano il totale dei morti da inizio pandemia a 141.825.

Per quanto riguarda le ospedalizzazioni salgono i ricoveri nei reparti ordinari e calano di poco quelli in terapia intensiva, ma la situazione si sta facendo difficile un po’ ovunque.

L'articolo Senza tregua e senza fine, nuovo allarme Oms: “La pandemia non è finita, probabili nuove varianti”. Oggi in Italia 434 morti: è record proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.