Selargius in lutto. Due morti fanno piangere la cittadina alle porte di Cagliari. Uno di loro è il consigliere Marco Lai (Forza Italia) e l’altro l’ex consigliere Efisio Luigi Deiana (Psd’Az). Entrambi sono morti d’infarto.
“Care concittadine e cari concittadini, è una giornata tristissima per la nostra comunità. Oggi ci troviamo a piangere per l’improvvisa scomparsa del nostro concittadino Efisio Luigi Deiana e del consigliere Marco Lai. Io perdo un collega di partito, ma soprattutto due amici”, scrive il primo cittadino Gigi Concu.
Chi era Marco? Marco era un padre legatissimo ai suoi due figli, Manuela e Andrea, con i quali, qualche anno fa, aveva dovuto sopportare il dolore immenso per la scomparsa dell’amata moglie. Era un uomo capace di sorridere con gli occhi; i suoi sapevano parlare, senza bisogno delle parole. Era il compagno perfetto, di quelli che nelle giornate “No” aveva il magico potere di farti stare meglio, con i modi scherzosi, il suo apparente prendere la vita con leggerezza e la battuta sempre pronta.
Marco era la conferma del fatto che per essere grandi persone non occorrono curriculum infiniti e chissà quali titoli. Era alla sua prima esperienza politica, attivo e attento ai bisogni della nostra comunità, ma prima ancora un uomo capace di commuoversi. Lo ha fatto anche nella seduta di consiglio comunale di martedì scorso, l’ultima volta che ho avuto il piacere di vederlo e ascoltarlo.
“Ho letto un articolo che mi ha molto colpito, riguardava il nostro primo cittadino. Raccontava che mentre il sindaco passeggiava in un parco vide un mamma con la mano tesa sulla testa del proprio bambino. Un bambino che non aveva la possibilità di giocare come gli altri. Si è preso a cuore questa scena e ha fatto sì che la nostra città venisse dotata di giochi inclusivi. Un’azione meritevole che mi ha commosso”. Aveva gli occhi lucidi, la voce stretta in gola. “Per queste creature che…”. Allora non terminò la frase, passò all’oggetto della mozione sulla fibra ottica. Ma quelle sue parole le porterò appresso per sempre. Le ho ascoltate più volte dopo la telefonata che questo pomeriggio mi ha informato della sua morte, e probabilmente le riascolterò a lungo…
Efisio… Efisio era un uomo schietto e trasparente, sempre. Nel bene e nel male. Il padre, morto di recente, gli aveva trasmesso la sua grande passione per la campagna. Se n’è andato lì, nel luogo che più amava. Dopo essersi seduto per diverse legislature tra i banchi del nostro Consiglio comunale. Con lui ho mosso i primi passi lavorativi, con lui ho riso e condiviso un percorso professionale che poi ha portato ognuno per la sua strada.
A nome personale e di tutta l’Amministrazione comunale esprimo le più sentite condoglianze ai figli e familiari tutti”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.