ll sindaco di Selargius Gigi Concu ha deciso di chiudere tutte le scuole, di ogni ordine e grado, sino al prossimo venti marzo. Il motivo? “Disposizioni eccezionali di prevenzione Covid-19”. I contagi fanno paura, al pari delle varianti, e allora il primo cittadino ha scelto la strada della prudenza. Tutti gli istituti sbarrati: la decisione è arrivata “sospettata la positività al Covid-19 per nuova variante di un soggetto frequentante una scuola ricadente nel comprensorio comunale”. E allora,  “considerato che a seguito di comunicazione del competente Dipartimento di prevenzione – Ats, si rende necessario adottare delle misure precauzionali di carattere eccezionale per contrastare la diffusione del contagio e tutelare la salute pubblica”. Come? “Disponendo la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado ricadenti nel territorio di Selargius, dalla giornata odierna fino al 20marzo, in attesa dei risultati delle indagini epidemiologiche”. Tutti a casa in didattica a distanza, insomma.I controlli dell’Ats devono ancora scattare: e nell’ipotesi che “dovesse valutare favorevolmente la possibilità di riapertura in data antecedente al 20 marzo, verrà adottata formale revoca del presente provvedimento”. Tutti gli edifici saranno sanificati, Concu ha già avvisato prefetto e Ats.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.