Seconde case in Sardegna, Ugo Cappellacci a Radio CASTEDDU: “Mi sembra inopportuno  consentire movimenti di questo genere”. “Il fatto di essere in zona bianca non significa che il rischio del contagio del virus è venuto meno, lo dimostra il resto d’Italia che, per la gran parte, è ancora in zona rossa. Noi abbiamo un’opportunità straordinaria che è questa della zona bianca e che, se conserviamo e proteggiamo,  potrebbe portare ad un’estate di grande opportunità per il turismo. Non mi sembra il caso di bruciare questa opportunità con una impostazione a maglie larghe adesso per consentire, al resto di Italia che si trova in zona rossa, di venire nelle seconde case. Inoltre i controlli, parole dell’Ats, per le verifiche presso porti e aeroporti sono sotto stress e sono calibrati per i flussi attuali, quindi molto ridotti, che non potrebbero reggere flussi diversi che si potrebbero verificare al seguito di un grande esodo verso la Sardegna. Un’ordinanza di Solinas è molto difficile da mettere in piedi,  credo che sarebbe molto più semplice che il governo modifichi la faq e che non consentisse gli spostamenti verso le seconde case. Ho sollecitato con una richiesta formale affinché si intervenga su questo aspetto”. Copiare dalle altre regioni come la Valle d’Aosta? ”Si, è una possibilità, però secondo me ci sono più difficoltà o comunque potrebbe prestarsi a problemi interpretativi; credo sia molto più opportuna una disposizione a carattere generale su livello nazionale”. Palestre e piscine ancora chiuse in zona bianca: “Secondo me è un errore, se io posso andare al bar con il protocollo che prevede distanziamento e le altre regole e posso prendere un caffè anche a distanza di 1 metro con un altro avventore che prende il caffè senza mascherina, non vedo perché non si può frequentare una palestra distanziati e con tutto il protocollo applicato che prevede sanificazioni e quant’altro. La direttiva è nazionale, la regione potrebbe intervenire, credo che è uno di quei casi in cui potrebbe rallentare le misure di sicurezza considerata la circostanza che siamo in zona bianca e, secondo me, sarebbe una cosa necessaria e opportuna”.Risentite qui l’intervista a Ugo Cappellacci del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu https://www.facebook.com/castedduonline/videos/284827219710364/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.