Scuole d’infanzia: niente mascherine e niente controllo della temperatura
Le linee guida discusse oggi nella conferenza Stato-Regioni

Un bimbo con la mascherina

“Per i bambini di età inferiore a 6 anni non è previsto l’obbligo di indossare la mascherina. Tutto il personale è tenuto all’utilizzo corretto di Dispositivi di protezione individuale. Per il personale, oltre la consueta mascherina chirurgica, potrà essere previsto l’utilizzo di ulteriori dispositivi – guanti in nitrile e dispositivi di protezione per occhi, viso e mucose nelle varie attività, incluso il cambio dei pannolini. Tutti gli ambienti, gli arredi e i materiali devono essere opportunamente igienizzati”. E’ uno dei passaggi delle linee guida da 0 a 6 anni per la scuola discussi oggi nella conferenza Stato-Regioni, alla presenza del ministro per gli Affari regionali Boccia e della vice ministra dell’Istruzione Ascani, dell’Anci e dell’Upi.

Le linee guida, con la regia del ministro Boccia, sono state approvate da tutti i governatori anche se sono state aggiunte alcune raccomandazioni. Si è discusso – secondo quanto si apprende – della possibilità di un’ulteriore valutazione entro il 25 agosto riguardo le mascherine, di poter utilizzare i protocolli di sicurezza nazionali, di poter fare un’ulteriore valutazione sul controllo della temperatura.

“L’organizzazione dei diversi momenti della giornata educativa dovrà essere serena e rispettosa delle modalità tipiche dello sviluppo infantile, per cui i bambini dovranno essere messi nelle condizioni di potersi esprimere con naturalezza e senza costrizioni”, si legge in un passaggio del testo visionato dall’AGI. “La precondizione per la presenza nei servizi educativi e nelle scuole dell’infanzia di bambini, genitori o adulti accompagnatori e di tutto il personale a vario titolo operante è: l’assenza di sintomatologia respiratoria o di temperatura corporea superiore a 37.5°C anche nei tre giorni precedenti; non essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni; non essere stati a contatto con persone positive, per quanto di propria conoscenza, negli ultimi 14 giorni”

“Analogamente agli altri istituti scolastici di ogni ordine e grado e alle aule e strutture universitarie, all’ingresso non è necessaria la rilevazione della temperatura corporea. Chiunque – si sottolinea nelle linee guida 0-6 anni – ha sintomatologia respiratoria o temperatura corporea superiore a 37.5°C dovrà restare a casa”. Inoltre: “La presenza di un caso confermato di infezione da SARS-COV-2 nella struttura, necessiterà l’attivazione di un monitoraggio attento da avviare in stretto rapporto con tutto il personale e i bambini dovranno praticare frequentemente l’igiene delle mani, utilizzando acqua e sapone o soluzioni/gel a base alcolica in tutti i momenti raccomandati”.

Altre raccomandazione: occorre evitare di toccare gli occhi, il naso e la bocca con le mani; bisogna “tossire o starnutire all’interno del gomito con il braccio piegato o di un fazzoletto, preferibilmente monouso, che poi deve essere immediatamente eliminato”.

“Tutti gli ambienti, gli arredi e i materiali devono essere opportunamente igienizzati. Nello specifico, prima della riapertura dei servizi educativi e delle scuole dell’infanzia, dovrà essere assicurata – si spiega – una pulizia approfondita di tutti i locali”. Nella sanificazione “si dovrà porre particolare attenzione alle superfici più toccate quali maniglie e barre delle porte, delle finestre, sedie e braccioli, tavoli, fasciatoi, interruttori della luce, corrimano, rubinetti dell’acqua, pulsanti dell’ascensore, distributori automatici di cibi e bevande”.

Venerdì, 31 luglio 2020

L'articolo Scuole d’infanzia: niente mascherine e niente controllo della temperatura sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.