“Voglio solo riabbracciarla”. Ha la voce rotta dalla commozione ed è ancora un po’ confuso Luigi Cadelano. Sua moglie Gabriella Maxia, dopo 13 giorni di ricerche e speranze, è stata ritrovata in Svizzera. “L’avvocato mi ha detto che è stata arrestata per furto, ma non so di più, a Basilea”. È la fine di un incubo, per l’uomo, che era anche andato, ieri sera, a “Chi l’ha visto?” per lanciare l’ennesimo appello: “Chiama almeno tua mamma”. Ma nulla, il cellulare di Gabriella risultava spento dal ventotto febbraio scorso: “Penso che non stia bene senza le sue medicine. Non so tra quanto la rivedrò, questa situazione mi sta distruggendo, sono in lacrime”, confida l’uomo, che ha esternato le sensazioni che sta provando anche sul suo profilo Facebook. “Il nostro avvocato mi dovrà aggiornare, ora si trova nelle Marche e dovrà raggiungere mia moglie”. Dopo giorni di ansia, quindi, arriva il lieto fine: la donna è viva.“C’è chi ha commentato senza sapere come stavano le cose”, osserva Cadelano: “Non vedo l’ora di poter riabbracciare mia moglie e tornare a combattere le nostre battaglie”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.