Tutto pronto in Sardegna per lo sciopero dei tassisti che protestano contro l'articolo 10 del Ddl Concorrenza. Oggi il servizio viene garantito, ma domani i taxi non prenderanno a bordo i clienti per 24 ore. Il raduno regionale è previsto per le 8.30 all'aeroporto di Cagliari-Elmas per un primo sit-in, poi il corteo delle auto bianche si sposterà nella centrale via Roma, davanti al Consiglio regionale, dove i rappresentanti dei tassisti chiedono di incontrare il presidente dell'Assemblea sarda, Michele Pais.

 "Se non verrà cassato questo scellerato articolo 10 qui in Sardegna sono a rischio 610 famiglie (su 412 taxi in circolazione, ndr) che vivono di questo lavoro - spiega all'ANSA Giovanni Frongia che con Riccardo Mascia sono i delegati taxi Sardegna - il rischio è che la liberalizzazione orti al disastro, incidendo negativamente anche sulla qualità e sui costi del servizio. Chiediamo sin d'ora scusa per i grossi disagi che ci saranno non solo per i cittadini ma anche per i turisti che affollano l'Isola, ma stiamo cercando di difendere il nostro lavoro e il nostro futuro".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Fonte: Ansa Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.