Due auto si sono scontrate in paese: la vittima è un maresciallo dell'aeronautica

SENORBI'. Un morto e cinque feriti. È pesante il bilancio dell'incidente stradale avvenuto ieri notte a Senorbì. Ha perso la vita Luigi Patella, 39 anni, di Casarano in provincia di Lecce, militare dell'Aeronautica di stanza, da poco più di un mese a Perdasdefogu. Feriti non in modo grave cinque ragazzi di circa 20 anni, trasportati negli ospedali Brotzu e a San Gavino.

La dinamica è ancora in fase d'accertamento da parte dei carabinieri della Compagnia di Dolianova, intervenuti sul posto insieme ai militari della Stazione. L'incidente è avvenuto intorno alle 23 in via Carlo Sanna. La Audi A3 condotta da un 20enne e con a bordo i quattro coetanei si stava dirigendo verso Barrali dove è residente il conducente, arrivata all'altezza dell'ingresso del paese si è scontrata frontalmente contro la Lancia Y condotta dal militare.

L'impatto, a velocità sostenuta, è stato violentissimo. La Audi dopo una serie di testa coda ha finito la sua corsa fuori strada a decine di metri di distanza. La Lancia Y si è accartocciata. Sul posto sono immediatamente arrivate le ambulanze del 118, i carabinieri e i vigili del fuoco. Purtroppo per il militare non c'è stato nulla da fare. Da quanto si apprende, il militare aveva preso servizio in Sardegna i primi di dicembre e precedentemente aveva lavorato nel Bresciano. Dopo le prime settimane di lavoro era rientrato in Puglia e proprio ieri era tornato in Sardegna. (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.