Fabio Ticca, venticinque anni, di Nuoro. È lui la vittima del terribile incidente avvenuto verso le sei al chilometro 120+500 della Ss 131. Il giovane, alla guida di un furgone, mentre stava svoltando allo svincolo per Paulilatino, si è scontrato con una Nissan guidata da un 46enne di Macomer. L’impatto è stato molto forte, subito dopo la Nissan è stata colpita da un camion Volvo di una ditta di Novara, guidato da un 33enne di Sardara che, poi, avrebbe finito la sua corsa proprio contro il furgone guidato da Ticca. Il primo impatto, stando ai rilievi svolti dai carabinieri (sul posto anche due pattuglie della stradale, due medicalizzate del 118 e due squadre dei Vigili del fuoco), sarebbe avvenuto tra il furgone e l’auto. Il venticinquenne è morto sul colpo: il conducente dell’auto e del camion, rimasti feriti, sono stati trasportati all’ospedale. Non sono in pericolo di vita.

La notizia della scomparsa di Fabio Ticca è giunta rapidamente a Nuoro. Commozione da parte della società sportiva Pallacanestro Nuoro, nella quale il 25enne aveva militato sino a qualche anno fa: “Fabio ha giocato con noi partendo sin dalle giovanili, ha smesso circa tre anni fa per motivi di lavoro”, spiega, con la voce rotta dalla commozione, uno dei suoi allenatori, Giuseppe Goddi: “Sono molto vicino ai suoi genitori, al fratello e alla sorella, siamo tutti addolorati per la scomparsa di Fabio”.

L'articolo Schianto fatale sulla Ss 131 allo svincolo di Paulilatino, addio a Fabio Ticca proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.