Scabbia, sono tre le scuole chiuse a Cagliari in un giorno. Oltre al Siotto e al De Sanctis c’è anche la scuola media Spano di via Falzarego 26, dove è stata segnalata la presenza di infestazione da acaro in una classe. Da qui la decisione del vicesindaco Angius (il sindaco Truzzu è al congresso dell’Anci) di procedere alla sanificazione dei locali della sede e di chiuderla durante il periodo di sanificazione. E ormai sono 7 in un mese gli istituti scolastici chiusi per scabbia in città.Poco più di venti giorni fa 4 scuole sono state chiuse dal Comune sempre per casi di scabbia (crea prurito ed è molto contagiosa): uno in una classe del plesso della scuola primaria di via Is Mirrionis e altri due casi accertati nella scuola dell’infanzia “Ada Negri” di via Castagne Vizza. Altri casi erano saltati fuori nella “Foscolo” di via Talete e altri “episodi conclamati” nel “17 Circolo” di via Castiglione.Secondo gli esperti “la scabbia c’è sempre stata a Cagliari come nel sud Sardegna forse l’effetto lockdown e l’aumento dei contatti stretti che si sono verificati ora che la situazione pandemica è migliorata, può aver provocato un aumento delle notifiche, anche perché chi non ha avuto modo di farsi visitare precedentemente adesso viene a farsi visitare. Ma noi abbiamo avuto notifiche anche l’anno scorso, perché è una malattia la cui denuncia è obbligatoria da parte dei medici”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.