Daniele Deiana titolare di Le Iene e politico di Fratelli d'Italia canta sul palco nell'ultimo sabato in zona bianca e il giorno dopo pubblica un video dove esprime il suo pentimento

SASSARI. Nel sabato sera che precede la zona arancione in Sardegna si balla e si canta senza mascherine nel locale “Le Iene” , luogo di tendenza della movida sassarese. A un certo punto sul piccolo palco allestito nella sala si presenta anche il titolare, che non è proprio una persona qualunque. E’ il consigliere comunale di Fratelli d’Italia (anche se eletto con la Lega) Daniele Deiana, di 48 anni. Anche lui ha la mascherina abbassata e si fa trascinare dalla musica cantando al microfono una canzone degli 883. Tutti i clienti presenti si alzano in piedi, si abbracciano ed è festa. In barba a restrizioni e misure di sicurezza.

Succede però che quel video comincia a girare prima su whatsapp e poi sui social e sulla rete, diventa virale e il consigliere Deiana viene bersagliato da più parti. Qualcuno ne chiede le dimissioni. Lui, dopo qualche ora, realizza un video e chiede scusa: “Ho commesso una leggerezza, ho sbagliato e sono pronto a chiedere perdono a tutti. Mi sono sentito a casa, con amici che conosco da una vita e negli ultimi dieci minuti della serata ci siamo lasciati andare. Oggi avrei dovuto aprire, avevo tutto esaurito. Ma ho deciso di tenere chiuso, è un modo per “autopunirmi” perché riconosco di aver fatto un errore di cui mi pento”.

Canta sul palco del suo locale a Sassari senza mascherina oltre il coprifuoco: le scuse del consigliere comunale Daniele Deianafoto da Quotidiani localiQuotidiani locali

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.