Una nuova infornata di mascherine Ffp2 destinate, a costo zero, ai cittadini di Sarroch. Ad annunciare l’arrivo dei dispositivi di protezione è il sindaco, Tore Mattana, con un post sul suo profilo personale di Facebook: “In questi giorni stiamo procedendo alla distribuzione di un altro lotto di mascherine Ffp2, destinate in particolare ai nuclei familiari con due o più componenti.
La consegna verrà effettuata presso il vostro domicilio a cura dei volontari che non finirò mai di ringraziare per il loro generoso supporto a servizio della nostra comunità. Coloro che non dovessero riceverla perché non presenti a casa o perché non raggiungibili potranno contattarci ai numeri indicati nel.sito web del Comune di Sarroch e verranno contattati per il ritiro”.

“Vi informo che per il prossimo periodo, tenuto conto che ancora dovremo fare uso di dispositivi di protezione, è già programmata un ulteriore distribuzione di mascherine di protezione. Ricordate sempre, comunque, di osservare le distanze interpersonali e di usare prudenza. Direi che stiamo procedendo bene e vi ringrazio perché avete tenuto in generale comportamenti corretti e questo ha reso più agevole il nostro lavoro”.

L'articolo Sarroch, maxi infornata di mascherine Ffp2: “Le consegneremo anche alle famiglie numerose” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.