Strangolati, vessati, messi in ginocchio. Non si sa più che termini usare per dare l’idea del dramma che sta strangolando le famiglie in Sardegna come nel resto d’Italia. Secondo le ultime stime dell’Istat, l’inflazione a settembre ha registrato un balzo dell’8,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Una vera e propria cavalcata dei prezzi che non si verificava da quasi 40 anni, precisamente dal luglio del 1983. E non solo per i beni energetici: a far volare l’inflazione sono i beni di prima necessità, quelli con cui viene riempito il carrello al supermercato a essere andato fuori controllo con oltre l’11% in più.

L’ulteriore accelerazione inflattiva si deve dunque soprattutto ai prezzi degli alimentari (da +10,1% di agosto a +11,5%) e a quelli dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (da +4,6% a +5,7%). Pur rallentando di poco, continuano a crescere in misura molto ampia gli energetici (da +44,9% a +44,5%) sia regolamentati (+ 47,7%), non regolamentati (+41,2%). “L’inflazione acquisita per il 2022 è pari a +7,1% per l’indice generale e a +3,6% per la componente di fondo”. Nel mese di agosto l’inflazione acquisita era a +7%

L'articolo Sardi sempre più strangolati dai prezzi della spesa: l’inflazione vola all’11%, mai così da 40 anni proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.