Il Presidente della commissione regionale sanità Domenico Gallus a Radio Casteddu: “Ancora una volta ci scontriamo contro il regolamento assurdo perché tutto ci potrebbe fare andare in zona gialla ma, sembra, che questi colori possono cambiare ogni due settimane. Però ancora non è detto, perché c’è una posizione forte della Valle d’Aosta e di conseguenza potremmo sfruttare questa scia.Le notizie da Roma non sono buone in questo caso, dobbiamo sperare più nelle buone notizie dalla Valle d’Aosta.C’è tanta disperazione, gli imprenditori vogliono lavorare anziché avere sussidi che, comunque, finiscono. Il lavoro invece non deve finire.Per quanto riguarda i vaccini,queste saranno settimane abbondanti per quanto riguarda la quantità: arriveranno molte dosi di Pfizer e anche di Moderna e meno Astrazeneca, si dovrà organizzare bene un piano di vaccinazione perché ci sono dei paesi di 2 mila abitanti che devono vaccinare 1300 persone e farli spostare tutti a Oristano o a Nuoro credo che sia una cosa indaginosa”.Risentite qui l’intervista del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu https://www.facebook.com/castedduonline/videos/902563547250951/ e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.