È bastato essere amici o, ancora meglio, parenti, per poter saltare la fila e ottenere il vaccino anti Covid della Pfizer, ad Oristano, al poliambulatorio di via Pira. Undici medici e quattro infermieri, tutti indagati dalla Procura della Repubblica e dai Nas, hanno fatto “saltare la fila” ai loro familiari e conoscenti. Giovani, in molti casi, “tra i diciotto e i 25 anni”, che si sono potuti far inoculare la dose Pfizer, destinata alle categorie fragili e agli over 80. I furbetti dei vaccini sono stati scoperti, e i quindici indagati potrebbero presto crescere di numero: i controlli dei carabinieri, infatti, stanno andando avanti in maniera capillare e continua anche in altre strutture vaccinali: I medici e gli infermieri coinvolti sono “indagate per il reato di abuso di ufficio e di peculato per essersi appropriati delle dosi Pfizer e averle destinate a categorie non previste, congiunti e amici. Le attività di indagine son ancora in corso, stiamo allargando i controlli ad altre strutture”, spiega la comandante dei Nas Nadia Gioviale. “In buona parte i vaccini sono andati a giovani tra i 18 e i 25 anni, in un momento in cui le vaccinazioni ai pazienti fragili e over 80 non erano ancora terminate”.Non è stato difficile, per i militari, risalire ai nomi dei vaccinati irregolari: “La loro documentazione è nel sistema informatico regionale, abbiamo compiuto dei riscontri. Ci sono già cinquanta persone”, ma la platea potrebbe presto allargarsi.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.