Le isole minori della Penisola come Capri, Ischia, Sorrento, le Eolie e le Egadi per cominciare col modello Grecia con un serrato piano vaccini. E poi le isole maggiori come Sardegna e Sicilia.

Anche il Bel Paese potrà avere le sue isole covid free e aprire al turismo in sicurezza? Per il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia “si può fare”.  E’ quanto si legge in una dichiarazione rilasciata al Corriere.it: “Il punto è creare un meccanismo per cui sia semplice circolare, la direzione mi sembra abbastanza chiara. L’idea è quella di studiare un piano vaccinale ad hoc per i lavoratori e i residenti delle località di vacanza in modo da creare dei luoghi «Covid-free» e far ripartire il prima possibile il turismo”.

E’ notizia di oggi, quella dei Governatori della Sardegna e della Sicilia, Christian Solinas e Nello Musumeci, che hanno scritto una lettera al presidente del Consiglio Mario Draghi per rendere le due isole «Covid-free». «La nostra condizione di insularità che limita i punti di accesso a porti e aeroporti, rende più semplice il controllo sanitario – chiedono i due governatori che si sono detti disponibili ad acquistare a proprie spese le dosi di vaccino necessarie -, se procediamo velocemente alla vaccinazione dell’intera popolazione, potremo ospitare in piena sicurezza i turisti aprendo veri e propri corridoi preferenziali verso Paesi e regioni che hanno già completato l’immunizzazione». 

L'articolo Sardegna Isola “Covid-free”? Per il Ministro del Turismo Garavaglia “si può fare” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.