risoratori

Un’altra settimana di zona rossa. Il ministero della Sanità ha deciso: in zona rossa rimangono, in base al monitoraggio, Puglia, Val d’Aosta e Sardegna.

Ed è una beffa per l’Isola che ora rischia concretamente di non arrivare pronta all’appuntamento del 26 aprile, data in cui il Governo ha deciso il ritorno delle zone gialle (con conseguenti aperture più generose) in tutta Italia.

Secondo l’assessorato regionale alla Sanità la Sardegna non è costretta ad altre due settimane di zona rossa obbligatorie a partire da lunedì.

Se la settimana prossima i dati dovessero sorridere all’Isola grazie ai contagi in calo e gli ospedali senza affanni, la Sardegna potrebbe teoricamente passare in zona arancione già il 26 aprile. Ma sarebbe comunque una beffa: perché la classificazione non consentirebbe comunque le riaperture serali, garantite dal Governo soltanto alla zona gialla.

L'articolo Sardegna in zona rossa, doccia gelata per i ristoratori: niente aperture il 26 aprile proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.