Ha l’Rt più basso di tutte le regioni italiane (l’unica a ottenere il suo stesso risultato è la Calabria), eppure la Sardegna rischia di dover stare un’altra settimana in zona arancione. L’ultima parola spetta al ministro della Salute Roberto Speranza: è lui, a breve, a firmare tutte le ordinanze legate ai colori delle regioni italiane. Nell’Isola i numeri sono da piena zona gialla e, inoltre, guardando i dati odierni, le terapie intensive continuano a svuotarsi, toccando il 19 per cento, due punti percentuali in meno rispetto all’ultima rilevazione: ben distante, quindi, la soglia critica del trenta per cento. E nei reparti Covid standard? Va bene anche lì: 20 per cento, in calo di un punto percentuale, con la soglia di rischio che è fissata a quota quaranta. Sono minuti decisivi, i ristoratori e i baristi sono tra i primi a restare col fiato sospeso. Altri sette giorni di semi lockdown comporterebbero solo ulteriori perdite, l’asporto e il domicilio non consentono di riempire le casse.

 

 

E dal ministero della Salute non è ancora partita nessuna telefonata o comunicazione all’assessorato regionale della Sanità. Lì, tutti attendono di conoscere il colore dell’Isola: arancione o giallo?

L'articolo Sardegna in bilico tra arancione e giallo, decide tutto Speranza: Rt sardo più basso d’Italia proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.