I diabetici in Sardegna sono 120mila, 13mila quelli affetti dal diabete di tipo 1. A Radio CASTEDDU, Riccardo Trentin, presidente regionale Rete Sarda Diabete: “La situazione, per quanto riguarda la vaccinazione, risulta essere abbastanza complessa in Sardegna. Al di là dell’aspetto puramente legato alla mancanza di vaccini, ma questa problematica è a livello nazionale, a livello regionale abbiamo evidenziato una difformità per quanto riguarda la somministrazione delle vaccinazioni nei diversi territori. Su 10 persone che sono morte di Covid, 4 avevano il diabete e lo dice l’intera comunità scientifica.La richiesta che facciamo è molto semplice: rispettiamo quanto è già stato detto: le persone con il diabete sono pazienti fragili per questo devono essere vaccinati in maniera prioritaria e questo in Sardegna non sta succedendo.Sono stati vaccinati amministrativi, persone non a rischio: nel territorio di Olbia, per esempio stanno già vaccinando le persone con il diabete, hanno chiesto gli elenchi e così sta succedendo anche nel territorio della vecchia Azienda Sanitaria di Lanusei e nel territorio di Carbonia-Iglesias. Gli altri territori invece no, è tutta una confusione”. E come se non bastasse, la piattaforma dove si effettuano le registrazioni, blocca i pazienti fragili che dovrebbero avere la priorità per ricevere il vaccino anti Covid.Risentite qui l’intervista a Riccardo Trentin del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanuhttps://www.facebook.com/castedduonline/videos/2535235963448506/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.