In zona arancione da lunedì tre maggio con tutti i dati, però, da zona gialla. La Sardegna cambia colore ma resta l’amaro in bocca per dei numeri che possono regalare all’Isola, già da oggi, il giallo. Ma così non è, viste le regole del ministero della Salute adottate, già da tempo, dal Governo Draghi. Indice Rt a 0,81, focolai in calo, nessuna allerta nelle residenze sanitarie, una classificazione complessiva di rischio “bassa”, calo di nuovi casi di quasi il trenta per cento risultano tutti dati inutili per un doppio salto cromatico che non si può fare. Ma, adesso, si apre totalmente la partita-lotta a distanza tra Regione e Roma. Quale? Se i numeri continueranno a essere buoni o, addirittura, ancora migliori nel rilevamento di venerdì prossimo, l’intento è quello di far scattare la zona gialla in Sardegna già da lunedì dieci maggio, senza dover quindi attendere quattordici giorni di arancione. A confermarlo a Casteddu Online è l’assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu: andare avanti per ottenere la zona gialla già dal dieci maggio? “Sicuramente ci proveremo”, assicura Nieddu.

 

L’aveva già detto ieri, lo conferma ancora di più oggi, subito dopo aver ricevuto la telefonata del ministro della Salute Roberto Speranza con la quale è stato confermato l’addio, dopo ventuno giorni consecutivi, alla zona rossa.

L'articolo Sardegna arancione con dati da zona gialla, è battaglia: “Proveremo a ottenerla già dal 10 maggio” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.