1 miliardo e mezzo di euro bruciati tra Gratta e Vinci e giochi vari in Sardegna, dati veramente incredibili quelli legati al gioco d’azzardo. A Radio CASTEDDU Bruno Loviselli della Fondazione antiusura di Sant’Ignazio da Laconi. 

“La ludopatia è una patologia legata al gioco d’azzardo patologico. Noi lavoriamo, agiamo in sinergia con il centro di salute mentale dell’Asl di Cagliari dove curano l’aspetto medico e psicologico e noi, dov’è possibile, quello finanziario ed economico”. Molti in questa crisi hanno cercato nei Gratta e Vinci e simili di rifarsi delle perdite subite. “A chi manca l’equilibrio, cade in questa ludopatia perché è, molto spesso, una malattia subdola che si pensa di poter contrastare in qualsiasi momento, invece si ha una smania di continuare a giocare e a spendere sempre di più. E quando si finiscono le risorse finanziarie personali si cerca di ottenerle prima dal parente, poi dall’amico, poi dal conoscente e così via. Insomma si entra in un vortice dal quale non si esce più, è un problema. Il guadagno dello Stato è intorno al 10-12% su tutti i giochi che  mette in campo: dal Gratta e Vinci alle lotterie varie, Lotto, SuperEnalotto tutte le diavolerie che vengono vendute nei negozi, nei tabacchini, nei bar dove ci sono le slot machine. Chi ha dei problemi può contattarci anche attraverso il nostro sito internet e può venire da noi prendendo un appuntamento telefonico”. Risentite qui l’intervista a Bruno Loviselli del direttore Jacopo Norfo https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=294681772082637&id=308154245886084e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.