Dopo una prima serata con i suoi protagonisti particolarmente emozionati, il secondo appuntamento con il Festival di Sanremo vede la bella e brava Elodie affiancare Amadeus e Fiorello, affiatati più che mai e capaci di reggere un palco così importante con scioltezza ormai consolidata.

Un inizio scoppiettante affidato ancora una volta a Fiorello vestito di piume ed entra ballando all’interno dell’Ariston.

Super ospite Laura Pausini, fresca di Golden Globe per la sua “Io sì”, colonna sono del film “La vita davanti a sè”. Emozionatissima, si vede chiaramente il tremore anche durante la performance. Ed è davvero bello notare come un’artista affermata come lei possa ancora emozionarsi così dopo tanti anni di carriera e tanti successi. Ma uno dei segreti di Laura è proprio questo, il suo essere genuina e spontanea esattamente come all’inizio.

Bravissima Elodie nella sua performance mashup in stile Beyoncè: bella e sicura di sé, cattura il palco e regala un’esibizione completa e divertente.

Iconici Marcella Bella, Gigliola Cinquetti e Fausto Leali con un medley dei loro successi senza tempo.

Tra i giovani passano alla finale di venerdì Wrongonyou (quotatissimo per la vittoria) e Shorty, che si aggiungono a Gaudiano e Folcast.

Big

Orietta Berti- “Quando ti sei innamorato”- 6

Orietta torna al festival dopo ben 29 anni, col suo grande sorriso. Ha sempre dichiarato che avrebbe portato sul palco la classicità, e ha mantenuto la parola. Per la classe 9, la canzone decisamente meno.

Bugo- “E invece sì” – 7

Bugo torna a Sanremo dopo “il caso Morgan” dello scorso anno. Un brano davvero bello, arioso, molto anni 70 e molto Battisti. In mano a Vasco sarebbe perfetto. Peccato per le imperfezioni della performance live.

Gaia- “Cuore amaro”- 6 e mezzo

Fresca ed orecchiabile, la vincitrice di Amici di Maria de Filippi porta a Sanremo tutta la sua anima brasiliana (da parte di madre) in un brano che fa ballare e spopolerà sui social.

Lo Stato Sociale- “Combat pop”- 6

Lo stato sociale torna sul palco dell’Ariston dopo il gran successo di Una vita in vacanza. Il brano è esattamente nel loro stile, ma probabilmente più debole del precedente. Ma divertono e sanno divertirsi.

La rappresentante di lista- “Amare”- 8

Una splendida scoperta per il palco dell’Ariston. Intenso il brano e l’interpretazione impeccabile della bravissima Veronica Lucchesi.

Malika Ayane- “Ti piaci così”- 7

Il 7 è per la raffinatezza immensa di Malika, il cui timbro così speciale non viene però valorizzato al meglio da questo pezzo dalla svolta quasi dance.

Ermal Meta- “Un milione di cose da dirti”- 8

Ermal Meta fa volare con la sua voce, come sempre. Delicata, emozionante, una canzone d’amore che scalda il cuore nel modo più bello, con la semplicità.

Extraliscio con Davide Toffolo- “Bianca Luce Nera”- 7

Un liscio versione pseudo latineggiante sul palco dell’Ariston molto trascinante che fa ballare. Un’assoluta novità per il Festival di Sanremo.

Random- “Torno a te”- 5

Il giovane interprete porta sul palco una classica ballad d’amore di maniera che ricorda però qualcosa di già sentito.

Fulminacci- “Santa Marinella”- 6 e mezzo

Il giovane cantautore non si smentisce e porta sul palco di Sanremo la sua delicatezza.

Willie Peyote- “Mai dire mai”- 8

Il rapper va sul palco dell’Ariston con un pezzo che è l’unico che parla della situazione disastrosa che ha colpito il settore del mondo dello spettacolo a causa della pandemia.  Potrebbe aspirare al premio della Critica.

Gio Evan- “Arnica”

Grandi aspettative per il “poeta del web” che però, decisamente, non convince affatto.

Irama- “La genesi del tuo colore”- 5

Molto ballabile questo brano di Irama che sicuramente conquisterà il pubblico più giovane, ma in questa prima prova (prova a tutti gli effetti perchè è stato mandato i onda il video delle prove generali) non arriva del tutto. 

Claudia Assanti

L'articolo Sanremo 2021- Le pagelle della seconda serata proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.