Zampetta sarda online: il gatto Anubi, arso vivo a San Sperate a fine settembre, piano piano si riprende anche grazie alle cure e all’amore dei volontari.

Una storia che aveva destato l’ira e lo sdegno non solo della comunità ma di tutte le persone che erano venute a conoscenza dell’accaduto. Un gravissimo episodio di violenza nei confronti degli animali che, in poche ore dopo la denuncia social di una volontaria, era stato ripreso da Casteddu Online https://www.castedduonline.it/orrore-a-san-sperate-gatto-bruciato-vivo-trovato-dai-proprietari-agonizzante-in-giardino/

Rinvenuto agonizzante dai padroni nel giardino di casa, le sue condizioni sono apparse subito disperate. Il felino presentava delle gravissime ustioni, soprattutto in testa, che hanno costretto i veterinari ad amputargli le orecchie. L’appello disperato lanciato più volte dai volontari che invitava chi sapesse qualcosa a denunciare l’accaduto, non ha prodotto gli effetti desiderati.

A oggi il nome dell’autore di questo terribile gesto è rimasto sconosciuto.

Da allora, tantissimi i gesti di solidarietà da parte della gente che ha voluto contribuire per il povero Anubi che, ancora oggi, è ricoverato in clinica.

Non ha più le orecchie, è pressoché sempre di malumore: “La risalita è lenta – spiega Monica – ma i miglioramenti si vedono. Le ustioni cicatrizzano bene grazie ad una pomata eccellente a base di acido ialuronico, argento colloidale e oro colloidale. L’umore di Anubi è sempre nero, ma come dargli torto? Sicuramente la gabbia lo deprime e non vediamo l’ora che possa uscire dalla clinica.

Forza Anubi, ci siamo quasi e poi proveremo a curarti l’anima”. Tanto amore quindi circonda questo sfortunato amico a quattro zampe.

L'articolo San Sperate, sta meglio “Anubi” il gatto bruciato vivo nel giardino dei padroni proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.