San Nicolò Gerrei – Niente rete telefonica, costretto a sfidare il coprifuoco per risolvere un’emergenza. A Radio CASTEDDU Nicolas Mazzara racconta: “Siamo due mesi senza poter usare il cellulare perché la rete Vodafone ci ha abbandonato. Nonostante i ripetuti reclami, continuano a scalare il credito delle promozioni e alle nostre segnalazioni ci rispondono che  non c’è nessun guasto. Purtroppo  due settimane fa sono rimasto nel mio paese, una notte ho avuto un urgenza e sono dovuto uscire a piedi violando, oltretutto,  il coprifuoco per fare un chilometro e mezzo a piedi per raggiungere una località dove si riesce, un po’, a collegarsi. Io che sono giovane e posso farlo, ma gli anziani assolutamente no. È un problema perché non si possono chiamare i parenti e gli amici. Mi auguro che al più presto possibile la situazione si possa risolvere”.

Risentite qui l’intervista di Paolo Rapeanu e Gigi Garau

https://www.facebook.com/castedduonline/videos/440789520683159/

e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU

https://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

L'articolo San Nicolò Gerrei: “Niente rete telefonica, costretto a sfidare il coprifuoco per un’emergenza” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.