Ha conosciuto i tempi d’oro dell’hotel Panorama, scaricando le valigie e i bagagli dei clienti che decidevano di soggiornare in uno degli aberghi più noti a Cagliari, in viale Diaz, Salvatore Arippa, di Quartu Sant’Elena. Per ventotto anni è stato uno dei pilastri della struttura, tra i dipendenti più conosciuti e stimati, tanto che ha ricoperto anche il ruolo di delegato sindacale. Ora, con la crisi nera del Covid, l’hotel non ha riaperto. Le procedure di pre-fallimento sono già state attivate, la dirigenza cerca qualcuno che lo voglia comprare: “Hanno già dato mandato a un giudice, io ho visto l’ultimo stipendio a ottobre, sono a secco da novembre, non c’è stata nemmeno la tredicesima e abbiamo scoperto che si sono tenuti il fondo per la pensione, non versandoci nulla”, dichiara Arippa. “Siamo ufficialmente fermi dallo scorso 21 dicembre”, spiega l’ormai ex fattorino dell’albergo cagliaritano.“Mi devo far aiutare dalla Chiesa e dalla Caritas, prendo tutto quello che possono darmi, ma ci sono comunque da pagare bollette e mia moglie non lavora. Per fortuna”, osserva, “sono riuscito a fermare il pagamento del mutuo. Avevamo anche un bambino, preso in affidamento, ma l’abbiamo rimandato alla casa famiglia. Alla fine, è stato meglio così”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.