Salvato dal covid-19 con un trapianto record grazie ai polmoni donati da un giovane di Samassi
Intervento al Policlinico di Milano

Un giovane di Samassi, Davide Trudu, di 19 anni, morto dopo un incidente avvenuto nei giorni scorsi, ha salvato la vita a un diciottenne malato di covid-19, Francesco, al quale sono stati trapiantati i suoi polmoni, grazie a record al Policlinico di Milano. E’ la prima volta in Europa per un’operazione di questo tipo.

L’intervento è stato complesso anche per i gravi danni provocati dal coronavirus: “I polmoni, infatti, apparivano lignei, estremamente pesanti e in alcune aree del tutto distrutti”, hanno spiegato al Policlinico. “E’ stato poi confermato all’esame microscopico un diffuso danno degli alveoli polmonari, ormai impossibilitati a svolgere la loro funzione, con note di estesa fibrosi settale”.

L’operazione si è conclusa perfettamente, ed è durata 12 ore.

Oggi Francesco è sveglio, collaborante, segue la fisioterapia e viene lentamente svezzato dal respiratore. Ci vorrà ancora del tempo perché possa tornare a una vita il più possibile normale, ma forse il peggio è passato. Davide Trudu gli ha ridato vita.

Giovedì, 28 maggio 2020

L'articolo Salvato dal covid-19 con un trapianto record grazie ai polmoni donati da un giovane di Samassi sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.