Salute negata: lenzuola bianche e raccolta firme nell’Oristanese
Mobilitazione in 36 comuni per salvare il servizio sanitario

La raccolta firme in piazza Roma, a Oristano. Barbara Raspa

L’Oristanese chiede a gran voce il potenziamento della sanità territoriale e dei presidi ospedalieri presenti in provincia. Stamane il Comitato per il diritto alla salute ha organizzato una raccolta di firme alla quale hanno aderito 36 comuni. Si parte dal capoluogo, con banchetti in piazza Eleonora e piazza Roma, ma all’appello hanno risposto anche il Guilcer e il Comitato per il “Delogu”, i paesi del Montiferru, del Terralbese, fino alla Marmilla e al Barigadu.

Non ci sono solo i banchetti: il Comitato ha chiesto alle famiglie della provincia di esporre lenzuola bianche ai balconi di casa, in segno di vicinanza alla protesta. Lenzuola che stamane sono state esposte anche in tanti municipi, compreso quello di Oristano.

La raccolta firme a Siamaggiore. Viviana Accardi con Cristina Pitzalis

Questi i comuni e le piazze dove è in corso la raccolta di firme. I banchetti dei volontari sono disponibili al mattino dalle 10 alle 12.30  e al pomeriggio dalle  17 alle 19. Abbasanta, piazza Santa Caterina Aidomaggiore, piazza della Parrocchia Arborea, spazio antistante centro commerciale Le Botti Ardauli, piazza Matteotti davanti al Municipio Baratili San Pietro, cortile Centro sociale Bonarcado, corso Italia, salone parrocchiale Bosa, viale Giovanni XXIII Cabras, piazza Eleonora Cuglieri, corso Vittorio Emanuele davanti alla sede AVIS Ghilarza, mattina viale Antonio Carta, pomeriggio Auditorium Marrubiu, via Tirso fronte bar Centrale Milis, loggetta piazza Martiri d’Italia Narbolia, davanti al Municipio Neoneli, via Roma davanti al Betty Market Norbello, piazza del Monumento Nughedu Santa Vittoria, piazza Stara Oristano, piazza Roma, piazza Eleonora e Centro commerciale Porta Nuova Paulilatino, piazza Indipendenza Riola Sardo, piazza del Comune Ruinas, davanti al Municipio Santa Giusta, parcheggio Simply San Vero Milis, piazza San Michele, di fronte al Municipio Sagama, piazza della Parrocchia Scano Montiferro, piazza della chiesa parrocchiale Sedilo, piazza San Giovanni presso centro anziani Seneghe, corso Umberto 170 Senis, piazzale della chiesetta SS. Cosma e Damiano Siamanna, piazza Giovanni XXIII Solarussa: mattina pratza de Is Ballus, sera piazzetta fronte Comune Siamaggiore, piazza della chiesa di San Costantino Sorradile, porticato del Municipio Terralba, piazza Cattedrale Torregrande, lungomare fronte Bar Picca Uda Uras, farmacia Miglior Villaurbana, piazza Italia Zeddiani, locali ex Montegranatico in via Mazzini.

A Ghilarza la raccolta di firme in mattinata si svolge unitamente al sit-in promosso dal Comitato cittadini per l’ospedale Delogu.

Il Comune di Oristano espone un lenzuolo bianco


Il centro anziani di Sedilo espone un lenzuolo bianco


La raccolta firme a Siamaggiore. Viviana Accardi con Cristina Pitzalis


La raccolta firme a Neoneli. Giulia Deiana


La raccolta firme a Neoneli. Giulia Deiana


La raccolta firme a Cabras. Sabrina Farris e le altre volontarie


La raccolta firme in piazza Eleonora, a Oristano


La raccolta firme a Sedilo. Tanias Salaris e le altre volontarie

Sabato, 24 ottobre 2020

L'articolo Salute negata: lenzuola bianche e raccolta firme nell’Oristanese sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.