Le code di auto? Lunghe, sin da subito dopo lo stadio Amsicora. Si viaggia a rilento in una tarda mattinata di un sabato primaverile, la temperatura di 20 gradi e il sole hanno spinto molti cagliaritani ad una fuga al Poetto. Sabato di zona gialla, forse il penultimo prima del traguardo della zona bianca. Certo, bisogna tenere sotto controllo i dati dei prossimi giorni dei contagi e del riempimento dei posti letto nelle terapie intensive, ma l’Isola è candidata al passaggio nella “white zone” forte, dopo le ultime due settimane, di trentasette contagi per 100mila abitanti, ben al di sotto della soglia critica dei cinquanta. E così, tutti (o quasi) a bere un caffè o a mangiare un’insalata vista mare.I chioschi sono quasi tutti operativi, i più temerari tentano una tintarella decisamente fuori stagione. I surfisti sono i padroni del mare, un trentenne si cambia velocemente in via Ausonia seduto direttamente sul cofano dell’auto prima dj prendere tra le mani la tavola e raggiungere la spiaggia. Prima, all’altezza del Cavalluccio Marino, papà e mamme spingono i bimbi sulle altalene dell’area giochi accanto ai caddozzoni, dove abbondano panini con wurstel e patatine. Dal rudere dell’ex Marino sino al Margine Rosso è terra di runner e pattinatori, mentre spunta addirittura qualche persona a cavallo in spiaggia. Le mascherine? Ci sono, calate sul volto di chi ha raggiunto il mare. Pieno, come da copione, il parcheggio-sterrato prima di Marina Piccola, auto su auto anche nelle vie del rione del Poetto. La spiaggia dei Centomila è viva, la voglia di tante famiglie è quella di respirare in una Sardegna gialla, con la possibilità di spostarsi tra i Comuni e di pranzare all’aria aperta, senza limitazioni orarie, almeno sino alle 18.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.